Loading...
chianti1

Il Chianti

La Toscana, con la sua eterogeneità di paesaggi che si dispiegano dagli austeri e silenziosi Appennini attraverso morbide colline ordite di borghi senza tempo, fino all’orizzonte tra macchia e sabbia del Mar Tirreno, rappresenta un unicum per biodiversità ed eclettismo produttivo.

La Toscana è la terra del vino Chianti: Firenze, Siena, Arezzo, Pisa, Pistoia e Prato sono le province che rappresentano i nostri luoghi di vocazione produttiva, i cui suoli coltivati da secoli a vite e delimitati dal disciplinare, disegnano quegli scenari inconfondibili impressi nell’immaginario collettivo di ogni appassionato.

© Consorzio Vino Chianti www.consorziovinochianti.it
© Consorzio Vino Chianti www.consorziovinochianti.it
Le tipologie di Chianti

I vini del territorio

Il Chianti D.O.C.G. è oggi un vino di un vivace colore rosso rubino traslucido, tendente al granato con l’invecchiamento.
Di sapore secco, sapido, leggermente tannico, dal profumo intenso ed elegante richiamante con frequenza sentori di mammola (Viola odorata) e piccoli frutti rossi.

  • CHIANTI D.O.C.G. “ANNATA”

    È un prodotto normalmente di corpo snello, fragrante, dal frutto vinoso e croccante, schietto e mai banale. La sua caratteristica e naturale freschezza, gli dona una versatilità “fatale” negli abbinamenti gastronomici, rendendolo adatto a tutte le occasioni.

  • CHIANTI SUPERIORE D.O.C.G.

    Tecnicamente il Chianti Superiore si può produrre in qualsiasi delle zone e sottozone del Chianti D.O.C.G., purché vengano rispettate ulteriori restrizioni imposte dal disciplinare: una minore resa per ettaro (max. 95 quintali), un grado alcolico minimo più sostenuto (12%), una maturazione minima di un anno, ed un’analisi organolettica più severa rispetto ai consueti vini di annata.

  • CHIANTI D.O.C.G. RISERVA

    Il vino Chianti Riserva vuole essere un’espressione intensa e rimarchevole del Sangiovese e della sua grande capacità di evoluzione nel corso di molti anni. In ciascuna delle sottozone così come per il Chianti generico, la categoria Riserva deve invecchiare in cantina per un minimo di 24 mesi prima della possibile immissione in commercio.